Taranto, da mercoledì 5 a martedì 25 settembre 2018

Giovanni Paisiello Festival 2018 a Taranto
Giovanni Paisiello Festival

Acquisto biglietto online su www.liveticket.it/amicidellamusicataranto

Con liveticket i possessori del BONUS CULTURA, possono acquistare i biglietti scegliendo la tariffa riservata 18app e Carta Docente, occorre entrare nel singolo evento e scegliere la tariffa dedicata.
18app e carta docente - bonus cultura

“Il cuore concettuale della sedicesima edizione del Giovanni Paisiello Festival è il gioco dei contrasti che si viene a creare nella drammaturgia settecentesca, nel rapporto tra colori vocali, nelle relazioni tra voce e personaggio. Emblematico in tal senso è il titolo del melodramma scelto per il prossimo allestimento scenico: Le gare generose (Napoli, Teatro dei Fiorentini, primavera 1786) una commedia per musica che già il pubblico coevo giudicò ambigua poiché “troppo seria per essere un’opera buffa”. La suspense prolungata, la tensione emotiva e la quasi totale assenza di gag, fanno di questo titolo un unicum nel panorama di quegli anni contrassegnati dal successo mondiale di Paisiello, reduce dal servizio a corte della zarina Caterina II. Le gare generose, collocate al dodicesimo posto delle opere paisielliane più rappresentate nella storia, furono accolte da molti teatri di corte in Europa e rappresentate anche in teatri minori, a testimonianza della capillarità con cui l’arte di Paisiello seppe diffondersi e affermarsi. Quest’opera verrà ripresentata in tutta la sua complessità grazie alla provocatoria declinazione registica di Isa Traversi, coreografa e donna di teatro tra le più raffinate presenti sull’attuale scena internazionale. La drammaturgia dell’opera italiana settecentesca era concentrata sul concetto di “chiaroscuro” in base al quale nel corso di un melodramma si alternavano, sotto forma di arie solistiche, affetti e passioni contrastanti: il recital intitolato “Agitati tra due mari” – che allude alla città tarantina mutando l’incipit della celeberrima aria della Griselda di Vivaldi “Agitata da due venti” – inanella una serie di arie articolata nel contrasto di passioni e di registri espressivi. Anche il colore delle voci sarà opposto: chiarissimo quello del sopranista Francesco Di Vito che, per una particolarità fisica, ha mantenuto una laringe duttile e morbida, tipica delle “voci bianche”; scuro quello del contraltista Luca Parolin che riproporrà il timbro vocale dei grandi castrati che animarono le opere serie impersonando eroi e condottieri. Un ulteriore livello di contrasto si noterà tra il mondo sacro e quello profano con l’ascolto del Christus e del Miserere dove Paisiello seppe coniugare con sapienza lo stile chiesastico a quello teatrale unendo le suggestioni del palcoscenico al mondo dell’altare. Musica ecclesiastica che si teatralizza e linguaggio melodrammatico che si fa serioso (per tornare alle Gare generose non si può tacere sull’accusa che un dotto spettatore padovano lanciò a Paisiello, reo di aver mutato i finali d’atto comici in “meste salmodie”). Sul “Paisiello sacro” s’incentrerà 18 inoltre una tavola rotonda che coinvolgerà i principali studiosi e che aprirà un’interessante discussione sugli aspetti legati alla discografia di quel repertorio. La bellezza della voce e la forza della comicità sono i due elementi che garantirono unità in tale gioco di specchi, di rifrazioni, di contrasti. Alla prima sarà dedicata l’inaugurazione del festival che vedrà per la prima volta a Taranto Roberta Invernizzi, squisita interprete del repertorio barocco acclamata nei più celebri teatri a livello mondiale. Alla seconda rimanderà l’ultimo evento del cartellone, la messinscena della farsa La cambiale di matrimonio, coprodotta con il Conservatorio di Bari, che omaggerà il genio di Gioachino Rossini nel 150° anniversario. Lo sforzo produttivo del Giovanni Paisiello Festival e degli Amici della Musica “Arcangelo Speranza” di Taranto, sostenuto dalle istituzioni e dalla generosità di sponsor privati, anche quest’anno ha permesso l’allestimento di ben due melodrammi per offrire alla città e ai suoi visitatori la possibilità di riscoprire non solo un genio musicale ma anche il potere liberatorio del canto e del riso.”

Lorenzo Mattei, direttore artistico

Programma:

mercoledì, 5 SETTEMBRE 
ore 21 – Monumento di Paisiello
I LUOGHI DI GIOVANNI PAISIELLO
partenza visita guidata a cura di ANGELO PASCUAL DE MARZO
ore 21,30 – piazzetta di Monteoliveto
VIA PAISIELLO, CIVICO 2_18
performance urbana nei luoghi dei “primi passi” del grande compositore tarantino

venerdì, 7 SETTEMBRE – ore 21 – MUDI 
concerto inaugurale – recital del soprano
ROBERTA INVERNIZZI

lunedì, 10 SETTEMBRE – ore 21 – MUDI
“AGITATI TRA DUE MARI”
LUCA PAROLIN contraltista – FRANCESCO DIVITO sopranista

mercoledì, 12 SETTEMBRE – ore 18 – Palazzo di Città
UN MUSEO PER PAISIELLO
progetto per realizzare un museo nella casa dove nacque Giovanni Paisiello
intervengono
PAOLO RUTApresidente Amici della Musica
VALENTINA TILGHERvicesindaco di Taranto
FABIANO MARTIassessore alla cultura 
MASSIMILIANO MOTOLESEassessore LL.PP. 
AUGUSTO RESSAarchitetto

giovedì, 13 SETTEMBRE – ore 18 – Caffè Letterario/Cibo per la mente
PRIMA DELLA PRIMA: LE GARE GENEROSE

venerdì14 SETTEMBRE – ore 20:45 – Chiostro di Sant’Antonio
PREMIO “GIOVANNI PAISIELLO FESTIVAL”
riconoscimento ad un personaggio o ad una istituzione
che ha contribuito alla riscoperta e valorizzazione del

patrimonio musicale di Giovanni Paisiello

venerdì14 SETTEMBRE – ore 21 – Chiostro di Sant’Antonio
sabato15 SETTEMBRE – ore 21 – Chiostro di Sant’Antonio
LE GARE GENEROSE
commedia per musica di GIOVANNI PAISIELLO
prima rappresentazione: Napoli, Teatro dei Fiorentini, 1786
prima esecuzione assoluta in tempi moderni

ORCHESTRA DA CAMERA DEL “GIOVANNI PAISIELLO FESTIVAL” 
maestro concertatore e direttore GIOVANNI DI STEFANO          
scene, costumi e regia ISA TRAVERSI 
light-designer TOMMASO CONTU

mercoledì19 SETTEMBRE – ore 19 – Conservatorio “Giovanni Paisiello”
PAISIELLO SACRO 
incontro di studio con
PAOLOGIOVANNI MAIONE, ALESSANDRO LATTANZI, PIERPAOLO RUSSO

domenica23 SETTEMBRE – ore 21 – Duomo di San Cataldo
CHRISTUS FACTUS EST
graduale di GIOVANNI PAISIELLO
MISERERE
di GIOVANNI PAISIELLO
CORO “CHORALITER”
PIERLUIGI LIPPOLIS, direttore

martedì25 SETTEMBRE – ore 21 – Chiostro di Sant’Antonio
LA CAMBIALE DI MATRIMONIO
opera in due atti di GIOACHINO ROSSINI
in occasione del 150° anniversario della morte
ORCHESTRA SINFONICA DEL CONSERVATORIO “NICCOLÒ PICCINNI”
direttore GIOVANNI PELLICCIA
regia DOMENICO COLAIANNI

Giovanni Paisiello Festival 2018 a Taranto

Da mercoledì 5 a martedì 25 settembre 2018, ore 21.00

Amici della Musica Arcangelo Speranza
Corso Toscana 22/A
Taranto
Tel./Fax 099.7303972
e.mail info@amicidellamusicataranto.it
www.amicidellamusicataranto.it

Amici Della Musica Arcangelo Speranza utilizza il Sistema di Biglietteria liveticket
Info su www.liveticket.it – biglietteria per concerti

Info
Chi siamo Categorie Links

    Liveticket rappresenta il nome del servizio di Biglietteria proposto da Gostec che utilizza il motore software BoL (Biglietteria on Line) e rappresenta anche la divisione di Gostec che si occupa del servizio.

Categorie Tag Archivi